Come difendersi da un narcisista

narcisista

Nel post Riconoscere un narcisista ho delineato le caratteristiche principali che ti possono essere utili per identificare una persona con questo tipo di personalità.  Le ripeto brevemente:

Crede di essere speciale e che tutto gli sia dovuto; non è spesso capace di tollerare le frustrazioni e di posporre i suoi bisogni per far spazio magari ai tuoi; è emotivamente distante e poco empatico; svaluta e umilia quando le cose non vanno come vorrebbe o quando è sotto stress; può essere arrogante, saccente, pretenzioso e snob.

In questo articolo vorrei invece aiutarti a comprendere come puoi tutelarti e difenderti da un narcisista.

Come si diventa vittima di un narcisista

La prima cosa importante da segnalare è che i narcisisti patologici, soprattutto i più manipolatori e “raffinati”, hanno la capacità di trarre in inganno davvero molte persone diverse tra loro. Non colpevolizzarti se sei caduto/a nella sua trappola.

Ci sono delle caratteristiche di certe personalità, però, che sembrano legarsi in maniera perfettamente complementare a quella del narcisista. E da questo punto iniziano una storia d’amore o un’amicizia tutt’altro che sana. Vediamo quindi quali sono queste caratteristiche:

- tendente alla sottomissione (compiacente, dice sempre sì anche se non vuole, accetta qualsiasi richiesta)

- bassa stima di sé (non vede in sé un vero valore, delle potenzialità)

- bassa capacità di essere assertivo/a (ciò si traduce in una difficoltà ad esprimere il proprio pensiero e opinione agli altri)

- infanzia in cui si sono ricevute molte critiche (e quindi oggi credi di non poter avere qualcosa di diverso da una relazione)

- sensazione di inadeguatezza e di non amabilità (se non mi sento amabile e un narcisista vuole comunque stare con me, penserò di non potermi permettere di lasciarlo)

- elevato senso del sacrificio (“mi sento importante solo se mi prendo cura di qualcuno e soddisfo i suoi bisogni”).

Ti riconosci?

Se ti sei riconosciuto/a in queste caratteristiche, è probabile che sia vulnerabile ad agganciarti ad un narcisista o a fare tuoi i suoi attacchi, senza sapere come respingerli. Indipendentemente dal narcisista tu hai bisogno di imparare a capire quali sono gli schemi che si attivano in te e in che modo ti agganci per poterli così sostituire con altri più sani e funzionali.

IMPORTANTE: se la relazione è importante e/o la situazione va avanti da molto tempo, credo sia necessario che tu prenda uno spazio per te con uno psicoterapeuta che ti aiuti a leggere in modo diverso le dinamiche specifiche. Sarà inoltre opportuno, attraverso questo lavoro, comprendere sia come difenderti dal narcisista sia come migliorare la visione che hai di te (la tua autostima, la tua assertività, le tue capacità relazionali ecc.) In questo modo sarai più forte e maggiormente in grado di affrontare questa persona.

4 consigli generali

Ti voglio dare quattro indicazioni più generali su cui dovrai lavorare in autonomia o col tuo terapeuta, se vuoi sganciarti da un narcisista.

Non permettere mai a nessuno di umiliarti. Le critiche possono essere più o meno costruttive, ma le umiliazioni sono solamente distruttive e tu non te le meriti.

Mantieni sempre uno stato di autonomia nella tua vita. Vivere con una persona non significa esserle schiava e dipendere da ciò che ti chiede. Definisci dei punti con te stesso su cui non vuoi cedere per il tuo benessere.

Lavora sulla tua autostima. Se dai valore a ciò che pensi e senti e ti accogli nel tuo modo essere allora sarai meno vulnerabile. Rifletti: se tu sei il primo a non credere in te, come potranno farlo gli altri? (leggi anche Concetto di Autostima: facciamo chiarezza!)

Esercitati ad essere assertivo. Anche i tuoi pensieri hanno importanza, ed è giusto che tu li possa esporre con fermezza. Questo causa a molte persone timori e stati d’ansia: evita di spaventarti se non lo sai fare, è solo una questione di esercizio. (leggi anche  Come affermare le tue esigenze agli altri: 5 vantaggi e i consigli dell’esperto)

Per uscire da una relazione spiacevole e malsana hai bisogno di tutto l’aiuto possibile. Parlane con amici e parenti ma soprattutto non esitare a richiedere un aiuto psicologico. Solo lavorando su te stesso/a potrai capire come uscirne e, soprattutto, non ricaderci più.

Se hai domande o riflessioni, lascia un commento qui sotto o scrivi a elerinaldi.psi@gmail.com

Letture consigliate

Per la tua crescita personale, se desideri approfondire questo tema con dei libri, qui sotto ti lascio alcuni titoli che potresti trovare utili.

Se deciderai di acquistare un libro a partire dai link che ti fornisco in questo blog, contribuirai alla crescita di questo sito in quanto sito affiliato Amazon. Tutti i libri che ti propongo sono comunque letture o fatte direttamente da me o che mi sono state suggerite da persone fidate. 

1 commento

  1. […] 1. molte sono le vittime di queste persone che ogni giorno subiscono umiliazioni e violenze psicologiche o addirittura fisiche senza comprendere che non sono loro il problema ma è la relazione ad essere patologica e il partner (o capo o genitore o amico ecc.). E’ essenziale parlarne affinché le persone che subiscono le manipolazioni dei narcisisti patologici imparino a riconoscerle per tutelarsi. (se desideri approfondire questo punto vai all’articolo – Come difendersi dal narcisista) […]

Lascia un commento